Don Luciano Carraro,
nato a S. Giustina in Colle (Pd), il 17 marzo 1943,

ordinato presbitero in Cattedrale a Padova, il 1° aprile 1967 

 

Carissimo don Luciano!
La cura pastorale del vescovo Claudio e la sua sollecitudine per il bene delle nostre comunità parrocchiali ti mandano in mezzo a noi, perché tu possa collaborare con me e con gli altri sacerdoti del territorio – e con i nostri operatori pastorali – per il bene di Caselle, Murelle e S. Angelo!
Rendo grazie al Signore Gesù, il buon Pastore, e anche a te, per la disponibilità che ancora senti – e ti anima – nel servizio al Vangelo e alla Chiesa, pur dopo un percorso lungo ed impegnativo, che nel tempo ti ha visto alla guida di illustri comunità della nostra diocesi.
Vieni a servire tre comunità che, con l’entusiasmo e le fatiche di tutti i credenti, cercano a loro modo di seguire il Signore Gesù, dando testimonianza di fede, di speranza e di amore. Tre comunità, ciascuna con la propria storia, con il proprio volto, con le proprie iniziative… Tutte, nutrite dal buon pane della Parola e dell’Eucaristia, che in particolare gustiamo nella cura per la liturgia delle varie assemblee domenicali, nell’impegno della catechesi e nel servizio della carità…
Troverai tante persone buone, accoglienti, disponibili, ingegnose, formate al servizio… Troverai fratelli e sorelle esigenti, che ti cercheranno e ti chiederanno consiglio; tanti con cui confrontarti con rispetto e con franchezza; troverai disponibilità all’ascolto e anche qualche sordità: sono i limiti di tutti noi, peccatori!… Troverai anche tante persone che sono ai margini della nostra vita di fede, perché mentre noi corriamo il rischio dell’abitudine, loro non sanno ancora a chi esprimere il desiderio sincero di incontrare il Signore e i suoi discepoli…
Vieni ad affiancarti a me, don Luciano: un’avventura – questa – che abbiamo già iniziato a condividere, e che desideriamo entrambi intensa e fraterna, a partire dalla vita di famiglia in canonica… La nostra forza credo sarà la capacità di conciliare i tratti belli di ciascuno, per un unico servizio, per obiettivi condivisi, per l’unità, per il futuro…
Carissimo don Luciano, i nostri santi patroni, la Madre di Dio Assunta in cielo – Madonna della Cintura, l’Arcangelo Michele, l’apostolo Giacomo e san Lorenzo intercedano per te e per questa porzione di popolo di Dio, perché – come prega la Chiesa nella liturgia del Vespro – “non manchi al gregge la sollecitudine dei pastori e ai pastori la docilità del gregge”.
Buon cammino con noi, don Luciano!
Caselle, 16/IX.2017.
don Alberto

PREGHIERA PER I SACERDOTI

Signore Gesù, hai scelto i tuoi preti tra noi e li hai mandati a proclamare la tua Parola e ad agire nel tuo Nome. Per un cosi’ grande dono alla tua Chiesa, ti lodiamo e ti rendiamo grazie. Ti chiediamo di riempirli con il fuoco del tuo amore: il loro ministero riveli la tua presenza nella Chiesa. Poiché sono vasi di argilla, preghiamo perché il tuo potere operi nella loro debolezza. Nelle loro afflizioni non permettere che siano schiacciati; nei dubbi non disperino; nella tentazione non siano distrutti.

Ispirali nella preghiera, perché vivano ogni giorno il mistero della tua Mor­te e Resurrezione. Nel tempo della debolezza, invia loro il tuo Spirito e aiutali a lodare il Padre e a pregare per i peccatori.

Con lo stesso Santo Spirito poni la tua Parola sulle loro labbra e il tuo amore nei loro cuori, perché portino il Vangelo al povero e fascino i cuori spezzati. Amen.

In questi giorni ACCOGLIAMO con gioia DON LUCIANO CARRARO,

collaboratore nelle comunità parrocchiali di Caselle, Murelle e S.Angelo!

Con lui desideriamo di camminare in fraternità lungo le strade del Vangelo!

RINGRAZIAMO con affetto DON CESARE CONTARINI,

per la simpatica disponibilità e il prezioso servizio condiviso in mezzo a noi 

 

 

Non si prega per ottenere da Dio quel che si vuole, ma per imparare a com­prendere, volere e realizzare quel che Dio vuole. Non significa che non si deb‐ ba chiedere, bensi’ che l’affidamento – non l’ottenimento – è il nucleo della pre‐ ghiera.

Non si prega mai da soli, anche quando si è da soli. La preghiera deve essere affollata. Di amici, certo, ma soprattutto di “nemici”. Come posso vedere il volto del Padre senza i fratelli?

Non si prega in astratto ma immersi nella vita e nel mondo. La stanza segreta in cui chiudersi per incontrare il Padre non è una cella di isolamento. Se la si svuota del mondo si lascia fuori Dio.

Non si prega quando si ha voglia, ma sempre. Ovvio, come ogni relazione au‐ tentica.

Non si prega per “provare qualcosa”, ma per amare Qualcuno. Ovvio, comeogni relazione che abbia superato l’adolescenza.

Non si prega per “ricaricare le batterie”, ma per riconoscere da chi viene l’e­nergia. Perché la vita cristiana non è una gara di culturismo religioso, ma l’espe‐ rienza di essere amati nel poco che siamo.

Non si prega senza fatica, ma nemmeno per far fatica. Ogni relazione è una lotta. Ma mica si costruiscono relazioni per lottare.

Non si prega per adempiere a un rito, ma per esprimere l’affetto. D’altronde quando si fa un presente a una persona amata solo per adempiere un rito, si è forse fatto un vero dono?

Non si prega ripetendo formule, si formulano preghiere. O parla il cuore, an‐ che usando le formule, o è meglio limitarsi a qualche sospiro. Come gli amanti. Non si prega per non essere puniti, ma perché si crede alla Misericordia. La paura è il primo indice del fatto che ci si rivolge a un idolo, non al Padre. Non si prega per avere pace interiore e serenità, ma per fare la pace. Basta un corso di yoga per la pace interiore. Ma «beati» sono solo gli operatori di pace. Non si può pregare contro qualcuno, perché Dio non vede nessun uomo co­me proprio nemico. Si’, davvero. Nessuno è da Lui guardato come un nemico. Pregare che colpisca qualcuno è una bestemmia imperdonabile.

Non si prega per dire qualcosa, anzi, meglio tacere il più delle volte. Punto

 

 

 

 

 

 

 

 

 ORIENTAMENTI PASTORALI 2017-2018

scaricabile pdf  vedi lato dx

 

Ogni giorno ognuno di noi porta la sua croce. Se ci facciamo aiutare la sofferenza diventa minore.Non abbiate paura....

 

 

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196

Parrocchia di Caselle de' Ruffi non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito

 

 

ORARI SANTE MESSE 

 S. Messe festive

CASELLE              sabato                  ore 19.00

                                 domenica           ore 8.00 – 10.30 – 19.00

MURELLE            sabato                  ore 19.00

                                  domenica           ore 8.00 – 9.30

SANT’ANGELO  domenica           ore 8.00 – 10.00

 

S. Messe feriali                              (ore 19.00)

CASELLE                                           martedì e venerdì

MURELLE                                          giovedì

SANT’ANGELO                                mercoledì 

Calendario appuntamenti 

Nessun evento segnalato in questo periodo
Nessun evento segnalato in questo periodo
Nessun evento segnalato in questo periodo

APPUANTAMENTI PROSSIMI 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
  Il Consiglio Pastorale Parrocchiale nella comunità cristiana.

“Il Consiglio Pastorale Parrocchiale promuove, sostiene, coordina e verifica tutta l’attività pastorale della parrocchia, al fine di suscitare la partecipazione attiva delle varie componenti di essa nell’unica missione della chiesa: evangelizzare, santificare e servire l’uomo nella carità” (statuto art. 2).La competenza del CPP è quindi l’attività pastorale della parrocchia, cioè tutti gli aspetti della vita della comunità cristiana.Non è primariamente un organismo di formazione, né di spiritualità, né di studio ma il luogo dove si tracciano e poi si coordinano e si verificano le linee guida della vita della comunità cristiana nei suoi diversi ambiti:la catechesi, la liturgia, la carità. 

 

 

   

 

madonna di MEDJUGORIE 

AVVISI IN PARROCCHIA 

 APPUNTAMENTI IN PARROCCHIA...

 

 APPUNTAMENTI PER LE TRE COMUNITÀ (Caselle, Murelle, S. Angelo)...

 

 

In Vicariato - in Diocesi...

 

 

In Vicariato - in Diocesi...

 

20 settembre

ore 21.00        Presidenza Vicariale di Azione Cattolica (Centro Parr., S. Andrea)

WEEKEND GRUPPO GIOVANI VICARIALE

23 settembre - 24 settembre, in canonica a S. Angelo

 
Benedizione alle famiglie: compatibilmente con gli altri impegni pastorali, don Alberto si rende disponibile per la benedizione alle famiglie che la richiedano, previo accordo telefonico...
 

NUOVO ANNO CATECHISTICO!

Inizieremo domenica 29 ottobre, con la S. Messa alle ore 10.30. Seguirà un momento di incontro con i catechisti, per l’iscrizione al nuovo anno catechistico.

Al momento dell’iscrizione (che non è un gesto soltanto formale!) chiederemo un contributo di € 10 per ragazzo/a, per coprire le spese di gestione degli ambienti parrocchiali e per l’ac‐ quisto del materiale formativo... Grazie alle famiglie, che ‐ anche attraverso questo gesto concreto ‐ ci aiutano a costruire una comunità di cui tutti siamo corresponsabili!

CIRCOLO “SAN GIACOMO” APERTO TUTTI I POMERIGGI!

Dal lunedì al sabato, dalle ore 15.00 alle ore 18.00!

Inoltre, il venerdì (8.30 ‐ 12.00) e la domenica (8.00 ‐ 12.30)!

 

 CALENDARIO LITURGICO ~

  

 

 

 

 


 

 


 

 

Martedi’ 19 settembre - Feria del Tempo Ordinario

ore 19.00 per le anime dei defunti

Mercoledi’ 20 settembre - Santi Andrea Kim, Paolo Chong e compagni

ore 19.00 S. Messa a S. Angelo

Giovedi’ 21 settembre - SAN MATTEO, APOSTOLO ED EVANGELISTA

ore 19.00 S. Messa a Murelle

ore 21.00 Preghiera del Rosario in cappellina

Venerdi’ 22 settembre - Feria del Tempo Ordinario

ore 19.00 per le anime dei defunti





SABATO 23 e DOMENICA 24 SETTEMBRE: RACCOLTA DI GENERI ALIMENTARI!

Sabato 23 settembre - San Pio da Pietrelcina, sacerdote

XXV SETTIMANA DEL TEMPO ORDINARIO - I SETTIMANA DEL SALTERIO

ore 18.30 def.ti Peron Arturo e Rocchi Bianca

def.ti Tranquillo, Bruno, Eleonora, Giuliana, Gabriella

 Domenica 24 settembre - XXV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

ore 8.00        def.ti Merlo Sara, Arcangelo, Triestino
ore 10.30 Celebrazione del Battesimo di

PIETRO RIATO di Flavio e Arianna Marzaro,

EMILY ALFONZI di Rudy e Marvi Zuccolotto Auguri di ogni bene!
def.ti Antonio, Lina, Giuseppe, Vittoria def.te Bettuolo Maria e Carraro Maria

ore 18.00 def.ta Gazzato Fiorella

Nella casa del Padre... Ricordiamo nella nostra preghiera di suffragio i cari Italo Pagin, Luciano Pinton, e Maria Dal Toso...

 

ADORAZIONE EUCARISTICA: tutti i giorni, dalle ore 10.00 alle ore 12.00, pres­so la cappella delle suore a Sant’Angelo!

 

CIRCOLO “SAN GIACOMO” chiuso tutto AGOSTO

RIAPRE IL 3 SETTEMBRE

 

ANNUNCIO DELLE CELEBRAZIONI del 2017
 
Ciclo domenicale Anno B
Ciclo feriale          II (pari)
Giorno delle Ceneri 14 febbraio
PASQUA                 1 APRILE
Ascensione          13 maggio
Pentecoste          20 maggio
Corpo e Sangue di Cristo  3 giugno
Settimane del Tempo Ordinario:
- prima della Quaresima fino al giorno 13 febbraio - sett. 6
- dopo il Tempo di Pasqua dal giorno 21 maggio - dalla sett. 7
Prima domenica di Avvento 2 dicembre
 
 
1 gennaio
Capodanno o Primo dell'Anno
6 gennaio
Epifania o La Befana
26 febbraio
Carnevale
16 aprile
Pasqua
17 aprile
Lunedì dell'Angelo o Pasquetta
25 aprile
Anniversario della Liberazione
1 maggio
Festa dei Lavoratori o Festa del Lavoro
2 giugno
Festa della Repubblica
15 agosto
Ferragosto o Assunzione
1 novembre
Ognissanti o Tutti i Santi
8 dicembre
Immacolata Concezione
25 dicembre
Natale
26 dicembre
Santo Stefano